Il Progetto

Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Malta 2007-2013

Creazione di un Centro di ricerca Italo-Maltese per la sostenibilità ambientale e le fonti rinnovabili.

L’Unione Europea mira a ridurre le emissioni di gas serra, incrementare l’efficienza energetica e l’uso di fonti rinnovabili di energia, ridurre gli impatti ambientali di prodotti e servizi nell’intero ciclo di vita, per orientare il mercato verso soluzioni più sostenibili e migliorare la competitività delle imprese.

La domanda di prodotti e servizi a basso impatto ambientale è stata recepita dai Paesi industrializzati come un’opportunità di cambiamento per definire una nuova green economy, che dia impulso ad una strategia che operi sul doppio versante dell’utilizzo delle fonti di energia rinnovabili e del miglioramento dell’efficienza e del risparmio energetico.

Le Piccole e Medie Imprese (PMI) e le Pubbliche Amministrazioni costituiscono comparti prioritari per la diffusione di prodotti e servizi innovativi, per il miglioramento dell’efficienza energetica ed ambientale, per la riduzione della domanda di energia e per lo sfruttamento delle tecnologie alimentate da fonti rinnovabili.

In un contesto economico in cui il mercato è caratterizzato da una crescente domanda di prodotti e servizi eco-efficienti ed eco-sostenibili, è necessario superare il gap tecnologico e di competenze che caratterizza le PMI dell’area Mediterranea e parte degli enti locali, supportando i sistemi produttivi locali attraverso “strutture” dedicate che svolgano il ruolo di “consultant” scientifico e “advisor” nelle questioni tecnico-scientifiche.

In tale contesto il progetto si propone di realizzare un Centro di ricerca per la sostenibilità ambientale e le fonti rinnovabili per l’area del Mediterraneo, che coinvolge i territori della Sicilia e di Malta.

Il Centro supporta le autorità locali, i consorzi e le reti di PMI nell’attuazione di strategie di Produzione e Consumo Sostenibili (PCS).
Il Centro si configura come polo di ricerca applicata nella progettazione di soluzioni produttive innovative compatibili con le strategie di PCS e si propone di garantire una collaborazione attiva all’impresa per il trasferimento e lo sviluppo di tecnologie eco-innovative di produzione ed utilizzo delle fonti rinnovabili; fornire un ausilio progettuale e un sostegno di conoscenza tecnico-scientifica per l’innovazione tecnologica di prodotti e servizi a basso impatto ambientale.

 

Gli obiettivi specifici del Centro

  • Creare una rete di stakeholders per l’innovazione e una cooperazione tra ricerca e mondo dell’industria.
  • Sviluppare, implementare e diffondere strumenti orientati al prodotto e incoraggiare il dialogo tra consumatori, industria e fornitori per aumentare la diffusione e la consapevolezza in merito all’esistenza di prodotti eco-innovativi.
  • Promuovere e valutare tecnologie, prodotti e servizi low carbon e ad alta efficienza.
  • Valutare i processi di de-materializzazione delle produzioni, studiando soluzioni progettuali, impiantistiche e tecnologiche ottimali finalizzate a: ridurre l’uso di materie prime per unità di output, ridurre il consumo di risorse non rinnovabili a favore di quelle rinnovabili; attivare meccanismi di simbiosi industriale.
  • Supportare le reti di PMI nell’attuazione delle direttive di eco-design, progettazione di prodotti caratterizzati da migliori prestazioni ambientali, implementazione di sistemi di gestione ambientale e dell’energia.
  • Fornire supporto scientifico alla realizzazione di campagne formative e informative sulla produzione e il consumo sostenibili.
  • Svolgere il ruolo di advisor per le pubbliche amministrazioni nella definizione di strategie ottimali per il Green Public Procurement e di strumenti urbanistici orientati alla sostenibilità e nell’attuazione del Patto dei Sindaci