Redazionale sul convegno svoltosi ad Alessandria Della Rocca il 21 ottobre

Relazione sul convegno svoltosi ad Alessandria Della Rocca il 21 ottobre sul tema “Il patto dei Sindaci” situazioni attuali e prosopettive in Sicilia.

Alessandria della Rocca è stato teatro di un importante convegno dal titolo “Il patto dei Sindaci, situazione attuale prospettive in Sicilia” che ha avuto luogo martedì 21 alle 9,00. Dopo i saluti del Sindaco Alfonso Frisco sono iniziati i lavori, moderati da Tony Cellura della Camera di Commercio di Agrigento. Presenti imprenditori, funzionari pubblici, operatori economici, i Sindaci di Casteltermini e Cianciana e Marco Cascio, in rappresentanza dell’Anci Sicilia. In apertura l’Ing.Sonia Longo ha illustrato le finalità del progetto di Cooperazione trasfrontaliera ITALIA-MALTA promosso da CRIM-SAFRI  che si propone la Creazione di un Centro di Ricerca Italo-Maltese per il trasferimento di soluzioni che favoriscono l’innalzamento dell’ecoefficienza dei sistemi produttivi locali e per la diffusione di pratiche ecosostenibili, con riguardo alla diffusione di pratiche legate all’energia e al risparmio energetico tra i cittadini di entrambe le aree del programma e garantire una collaborazione attiva all’impresa per lo sviluppo  e il trasferimento di tecnologie eco-innovative oltre che di ausilio agli Enti pubblici per l’affermazione di un profilo culturale  compatibile con gli strumenti urbanistici orientati alla sostenibilità. L’Ing. Pietro Lo Monaco, direttore del Dipartimento energia della Regione Siciliana, ha sottolineato che il “Patto dei Sindaci” rappresenta una grande opportunità economica e occupazionale. Un’occasione che in Sicilia rischia di essere sprecata se non la si gestisce con le dovute competenze. Per Lo Monaco serve partire dai territori sensibilizzando gli attori locali ed istituzionali, a partire dai Sindaci. L’Ing. Edoardo Mareci ha illustrato alcuni interventi di efficientamento energetico del progetto Factor 20 adottati nel Comune di Castelbuono.Tino Cutugno ha illustrato alcune esperienze delle Provincie di Bergamo e Milano che hanno dato vita ad alcuni interventi attuati grazie ad un accordo quadro tra Regione Lombardia, Province e FinLombarda, Finanziaria per lo Sviluppo della Lombardia. Federico Abruzzini, socio di InRes Investment management e ingegnerizzazione finanziaria dei PAES (piani d’azione per l’energia sostenibile) ha auspicato la creazione di “patti di rete” tra Pmi locali per favorire dinamiche di finanziamento con soggetti finanziari. Abruzzini ha anche lanciato l’idea del project financing per sostenere un “pacchetto” di progetti promossi da “n” imprese interessate a fare “rete”. Marco Cascio dell’Anci Sicilia ha illustrato le Smart City, nuovi modelli urbani con elevato livello di qualità della vita, dove gli spazi urbani aiutano a realizzare i nostri progetti e a muoverci in maniera più agevole, risparmiando tempo e facendo del bene all’ambiente. Per Cascio il PAES coincide in parte con questo modello e consente di creare le condizioni per attrarre investimenti nei territori e creare sviluppo produttivo compatibile, Cascio ha illustrato, altresì, le azioni dell’Anci Sicilia che, in collaborazione con l’Enea (agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) per sollecitare i Comuni a creare le figure degli “energy manager” anche attraverso corsi di energy management appositamente organizzati nei territori.