Gestione di ambiente ed energia, lasicilia.it

“Sistemi di gestione ambientale e dell’energia. Stato dell’arte e prospettive”. E’ questo il tema di un seminario si terrà il 10 aprile, a partire dalle 9,30, al Nuovo Cineteatro Chiaramonte di Palma di Montechiaro. Il seminario è realizzato nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione del progetto CRIM-SAFRI, programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Malta, che si propone di realizzare un Centro di ricerca per la sostenibilità ambientale e le fonti rinnovabili per l’area del mediterraneo, che coinvolga i territori della Sicilia e di Malta. Il Centro supporta le autorità locali, i consorzi e le reti di PMI nell’attuazione di strategie di produzione e consumo sostenibili (PCS) e si configura come polo di ricerca applicata nella progettazione di soluzioni produttive innovative compatibili con le strategie di PCS, oltre a proporsi di garantire una collaborazione attiva all’impresa per il trasferimento e lo sviluppo di tecnologie eco-innovative di produzione ed utilizzo delle fonti rinnovabili e, infine, di fornire un ausilio progettuale e un sostegno di conoscenza tecnico-scientifica per l’innovazione tecnologica di prodotti e servizi a basso impatto ambientale. Dopo i saluti del commissario della Provincia di Agrigento, Benito Infurnari, del sindaco di Palma di Montechiaro, Pasquale Amato, dei presidenti degli ordini degli Architetti e degli Ingegneri, Massimiliano Trapani e Domenico Armerio, e del presidente della camera di commercio, Vittorio Messina, numerosi saranno gli interventi che si susseguiranno nel corso del seminario. Riccardo Ricci, del ministero dell’Ambiente, Territorio e Tutela del mare, relazionerà su “Il ruolo dei sistemi di gestione ambientale nelle politiche ambientali nazionali”. Maurizio Cellura, docente dell’Univeristà di Palermo, tratterà il tema “Esperienze pilota di sistemi di gestione ambientale e dell’energia nel progetto CRIM-SAFRI”. Gli altri interventi saranno curati da: Angelo Incorvaia (RTWsistem), Marco Montalbano (RIMURA), Seby Costanzo (COGIATECH), Francesco Di Blasi (CNR-IBM) e Alex Rizzo (MCAST).

Luigi Arcadipane – 05/04/2015